Izzillo con un bel destro a giro fa esplodere di gioia l’Arena Garibaldi, vestita come al solito per le grandi occasioni, e scaccia la paura di un finale da brividi. Un goal che decide la partita, e che rende protagonista anche il tecnico D’Angelo, abile ad inserire, Moscardelli, autore dell’assist, e proprio il centrocampista. Il tecnico il valore aggiunto di una squadra sempre più unita e con tanti armi a disposizione.

Il Pisa mostra una grande capacità ad adattarsi alle situazioni e alle partite. Capisce di dover gestire le forze e limitare il gioco armonioso degli avversari, che tentano di creare, senza però mai passare il muro neroazzurro. Il primo tempo vive di sprazzi da parte degli ospiti, grazie anche ad alcune distrazioni del centrocampo pisano. A parte un recupero prodigioso di Marin nella propria area, e un Gori attento in avvio, non si registrano grandi occasioni per l’Arezzo. Nella ripresa il Pisa ha un piglio diverso, più deciso e con la voglia di spingere per chiudere la semifinale. Alla fine il goal arriva, ed è una liberazione. Il Pisa è in finale playoff. Mercoledì 5 l’andata all’Arena, domenica 9 giugno il ritorno. L’avversario sarà la Triestina di Granoche.