In soli due minuti il Pisa esce dal tornado Carrarese e rivede il sole dei playoff. Una reazione che certifica la grande crescita della squadra di D’Angelo, avvenuta da gennaio in poi. I ragazzi di Baldini mostrano il solito vivace e letale gioco offensivo. La retroguardia pisana balla e poi scivola, sul numero d’alta scuola di Bentivegna. I nerazzurri si buttano in avanti, creando confusione e potenziali pericoli, senza tuttavia guardare da vicino la porta difesa da Borra. A inizio ripresa Maccarone entra e si fa metà campo palla al piede, assist per Valente che spinge in porta per il raddoppio della Carrarese. Il doppio svantaggio fa infuriare il Pisa, che attacca a testa bassa: Pesenti da ottima posizione viene bloccato da Borra. Lisi entra e scatena l’inferno sulla destra. Masucci accorcia con un perentorio colpo di testa su traversone di Minesso. Passano pochi secondi e Lisi confeziona un cross delizioso per Pesenti, che schiaccia di rabbia in porta. Delirio Pisa, che poi difende il prezioso pareggio. Lisi col corpo protegge la porta, Benedetti è decisivo su Maccarone. Una reazione da grande del Pisa, che si trova a metà dell’opera per il passaggio del turno. Mercoledì il ritorno all’Arena.