Una ventina di spacciatori arrestati, un punto scommesse in centro a Pisa chiuso per quindici giorni, stupefacenti pronta per essere venduti sequestrati dalla polizia. E’ il bilancio di una operazione antidroga della squadra mobile coordinata dalla Procura della Repubblica di Pisa. A finire in carcere pusher di diverse nazionalità: nordafricani, senegalesi, gambiani e perfino un israeliano e un thailandese.

L’operazione, che si è conclusa questa mattina con gli ultimi arresti, ha comportato mesi di pedinamenti e intercettazioni telefoniche e ambientali che hanno permesso agli inquirenti di far venire alla luce un vasto traffico di droga (cocaina, hashish e marijuana) concentrato soprattutto nella zona fra la stazione ferroviaria di Pisa e corso Italia, la principale passeggiata pedonale della città. Il punto scommesse di via Gramsci, vicino alla stazione ferroviaria, è stato chiuso per 15 giorni in quanto – all’insaputa dei gestori – era divenuto un punto di aggregazione per spacciatori e consmatori di droga.