Un gran finale, per la mostra “Harry Potter. Le copertine e i disegni di Serena Riglietti”, che risponde al grande successo di queste settimane. Un’affluenza che ha superato 3.000 persone. Appassionati di tutte le età hanno visitato incuriositi la mostra, potendo partecipare anche ai numerosi eventi collaterali organizzate dalle Officine. Un’occasione unica per ammirare dal vivo le sette copertine originali e molti altri disegni e bozzetti, tra cui alcuni inediti, realizzati dall’artista Serena Riglietti, una delle più importanti e apprezzate illustratrici italiane. È stata lei che, per prima, attraverso i suoi disegni, ha dato un volto al celebre maghetto inglese e a tutto il suo meraviglioso mondo, nell’edizione italiana della famosissima saga.
A grande richiesta dunque, dopo il successo dell’evento inaugurale della Mostra, Serena sarà ancora presente alle Officine, tornando davanti al pubblico per l’evento di chiusura dell’esposizione. Intervistata dal curatore della Mostra, Giorgio Bacci, racconterà, domenica 11 novembre alle 17.00 in un incontro gratuito aperto a tutta la cittadinanza, il percorso che l’ha condotta a illustrare un vero e proprio capolavoro letterario degli ultimi anni, uno dei romanzi più amati da intere generazioni.
Domenica sarà l’ultima occasione per visitare la mostra, dalle 10 alle 20. I visitatori, oltre ad ascoltare e conoscere Serena Riglietti, avranno modo di partecipare all’evento, organizzato dalle Officine Garibaldi, in collaborazione con l’Associazione Caput Draconis, “Back to Hogwarts!” che partirà dalle ore 15.30. Destinato a un pubblico dai 14 anni in su, l’evento è su prenotazione. Basterà iscriversi sul sito https://www.backtohogwarts.it/Prenotazione.htm

La mostra “Harry Potter. Le copertine e i disegni di Serena Riglietti” è stata promossa da Officine Garibaldi, con il patrocinio di Adriano Salani Editore, del Comune di Pisa e della Provincia di Pisa, e realizzata con il contributo di Paim Cooperativa Sociale, Felici Editore, Siat Società Italiana Assicurazioni Riassicurazioni p.A., Centro Stampa Faccini e Banca di Pescia e Cascina.