Ha scelto Facebook, Edoardo Ziello, assessore di Cascina e deputato della Lega, per rispondere a Massimo Dringoli, assessore all’Urbanistica di Pisa, a seguito delle dichiarazioni di quest’ultimo in merito alla concreta possibilità dell’edificazione della nuova moschea a Porta a Lucca.

Durante il Consiglio Comunale di martedì 9 Dringoli, rispondendo a un’interrogazione di Ciccio Auletta, ha dichiarato che «il sito dove dovrebbe sorgere la moschea è incompatibile dal punto di vista urbanistico. Per questo sono necessari ulteriori approfondimenti. Tuttavia se l’esito di questi accertamenti saranno positivi, la destinazione dell’area rimarrà la stessa». In altre parole, in presenza dei requisiti urbanistici e del superamento dell’iter burocratico, la moschea si farà.

A distanza di poche ore il deputato leghista Ziello, con un post su Facebook, ha espresso senza mezzi termini il suo no alla costruzione dell’edificio «Se qualche assessore di Pisa pensa di dare il proprio benestare per la costruzione della moschea di Porta a Lucca sappia che dovrà passare sopra il corpo della Lega». Queste alcune delle parole estrapolate dal profilo di Ziello alle quali si è aggiunto un altro post di questa mattina: «La moschea di Porta a Lucca (PI), non si farà e se la nostra posizione dà fastidio a qualche nostro alleato sono problemi suoi. Grazie a Dio i pisani ci hanno premiato con il 24 % e questi numeri rappresentano un vero e proprio argine contro certe follie ideologiche di chi è rimasto ancorato agli anni ‘70».

Parole dure quelle di Ziello, contro le quali si è schierato il PD: «La violenza può assumere molte forme e quella del linguaggio è senza dubbio ormai divenuta un tratto distintivo della Lega. I toni usati dall’onorevole Ziello sono inaccettabili a chiunque siano rivolti: parole non solo arroganti e poco consone ad un rappresentante delle Istituzioni, ma contenenti un messaggio di minaccia che dovrebbe far sollevare l’indignazione di tutti».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here