Spento l’incendio, sui monti pisani (e a valle) tocca adesso agli interventi di bonifica e salvaguardia. La Giunta regionale ha stanziato un milione e mezzo di euro, da spendere entro la fine dell’anno. E il presidente della Toscana Enrico Rossi ha fatto il punto sul da farsi, assieme agli assessori regionali Federica Fratoni e Marco Remaschi, con i tecnici e i responsabili dell’anticendio boschivo regionale, del settore agricoltura, dei consorzi di bonifica e con gli amministratori dei comuni percorsi dal rogo.

C’erano i sindaci di Calci (il più colpito), Vicopisano, Buti e Vecchiano. Assente Cascina, pur invitato. “Le risorse stanziate serviranno per i lavori di somma urgenza – spiega il presidente Rossi – La prima ipotesi prevede di impegnarne 850 mila per gli interventi forestali e di ripulitura, altri 350 mila per i lavori che i consorzi realizzeranno a valle attorno ai corsi d’acqua”. Una seconda fase, dopo i rilievi, riguarderà il riassetto idrogeologico più puntuale, laddove necessario. “Con questo milione e mezzo – aggiunge Rossi – saranno coperte anche le spese per i lavori di somma urgenza già effettuate dai Comuni e il ripristino della strada provinciale sul Monte Serra”. Entro una settimana la delibera di dettaglio sarà pronta. Nei prossimi giorni i tecnici si incontreranno di nuovo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here