Con l’arrivo di settembre, è tempo di bilanci per l’estate pisana. Il presidente di Conflitorale Fabrizio Fontani commenta la bella stagione: “Sono moderatamente soddisfatto, diciamo che si è trattato di un periodo positivo. Abbiamo confermato le presenze dello scorso anno. La tenuta ci conforta, ma non riusciamo ad aumentare i flussi turistici, non siamo al livello dei paesi europei e di altre regioni italiane”.

Tre aspetti positivi?

“Il clima buono e il caldo. Gli eventi. La tranquillità del nostro litorale, al momento non si sono verificati episodi negativi, penso anche alla cronaca”.

Tre aspetti negativi?

“Il traffico. La mancanza di parcheggi. L’arredo urbano insufficiente”.

Com’è cambiato il litorale pisano negli ultimi anni?

“Non è cambiato molto. E’ paralizzato. Soffre di una mancanza di investimenti, soprattutto riguardo la parte pubblica. Siamo decisamente indietro rispetto ad altri paesi e regioni italiane, che sfruttano al meglio le novità”.

Una proposta…

“Intervenire con urgenza sull’arredo urbano. Bisogna partire dalla base, dalle piccole cose, per poi crescere e migliorare. I progetti ambiziosi in questo momento non servono, non bisogna copiare la Versilia”.

Qual’è la parte più bella del litorale?

“Il porto. Un luogo per tutti

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here