La Normale apre le porte alla città

Il 18 ottobre prende il via la 51esima edizione dei “Concerti della Normale” (a questo link il programma) con i Solisti Amsterdam Baroque Orchestra diretti da Ton Koopman e una serata dedicata a Bach e Vivaldi. Un esordio all’insegna della tradizione, e una chiusura, il 15 giugno, non ortodossa per una stagione concertistica incentrata sulla musica classica: Michael Nyman, protagonista indiscusso della musica d’oggi, con un programma dedicato alle musiche da lui composte per il cinema  (tra cui la colonna sonora di “Lezioni di piano”), sempre al Teatro Verdi di Pisa. Tra questi due estremi, temporali e stilistici, altri 19 concerti con novità assolute, come alcune composizioni commissionate appositamente per la stagione concertistica della Normale (una di Matteo D’Amico, eseguita nel concerto del 31 ottobre dal Quartetto d’Archi del Teatro alla Scala, una di Mauro Montalbetti presentata dal violoncellista Enrico Dindo l’8 maggio); oppure i tre concerti fuori abbonamento eseguiti in Sala Azzurra, all’interno del Palazzo della Carovana, la prestigiosa sala della Normale che conserva l’archivio Salviati. Musicisti appartenenti al mondo dell’improvvisazione (altra novità rispetto al passato), permetteranno agli ascoltatori di vivere un’esperienza d’ascolto unica, sia essa declinata al mondo del classicismo europeo (concerti Costantino Mastroprimiano il 20 novembre e Glauco Venier il 23 febbraio, rispettivamente al fortepiano e al piano e percussioni), che a quello della cultura musicale statunitense (il concerto di Ralph Towner alla chitarra, il 27 febbraio).

 

Lascia un commento