La passeggiata del Giardino Scotto e il giardino degli ex-salesiani intitolati a Elio Toaff

Nato nel 1915 a Livorno, laureatosi nel 1938 a Pisa in Giurisprudenza, si può dire che la Toscana ha dato i natali all’esponente più importante dell’ebraismo italiano del secondo ‘900.  A Elio Toaff, rabbino, dal 1951 alla guida della comunità ebraica di Roma, la città di Pisa vuole manifestare il proprio riconoscimento, per l’esempio che ha dato nella difesa della libertà e per la capacità che ha avuto di creare ponti tra gli uomini. Perciò, sarà intitolato al rabbino il camminamento interno del Giardino Scotto.

Elio Toaff, ancora giovane, fu vittima della discriminazione delle Leggi razziali, firmate dal Re proprio nella tenuta di S. Rossore il 5 settembre 1938, e dello scherno dei fascisti. Lo stesso Toaff ha ricordato più volte l’aggressione di alcune camicie nere che, dopo averlo fatto spogliare, scrissero frasi ingiuriose sulla sua pancia. A quest’episodio si aggiungono le difficoltà nel trovare un relatore per la sua tesi di laurea. Solo dopo molto peregrinare incontrò il prof. Mossa che gli affidò una tesi sullo stato della Palestina, all’epoca nascente. In questo clima di oppressione, non si dette per vinto e anzi partecipò alla Resistenza in Versilia e fu catturato dai tedeschi nel 1944.

Poi la guerra terminò, ci fu la ricostruzione, il benessere, ma Rav Elio Toaff non dimenticò la profonda lezione della storia: l’importanza della pace e della concordia tra i popoli. Così va letta la visita di Papa Giovanni Paolo II alla Sinagoga di Roma, il 13 luglio 1986. Finalmente ebrei e cristiani si tendevano la mano.

Nel 2006, Elio Toaff fu insignito del “Campano d’Oro” dall’Università di Pisa. In quell’occasione Toaff ha dichiarato quanto fosse stretto il legame con la città e il suo attaccamento a essa. Anche per questo legame profondo con l’Università, l’Ateneo ha deciso di intitolare al grande rabbino una porzione del giardino all’interno del complesso degli ex salesiani: appuntamento lo stesso giorno alle 15

Lascia un commento