Nautica: Regione, monitoriamo la situazione dei Cantieri di Pisa

La Regione Toscana, ribadendo il forte interesse per il brand di rilevanza mondiale per la qualità delle imbarcazioni che qui si producono da tempo, sta seguendo la situazione dei Cantieri di Pisa tramite il consigliere del presidente per il lavoro, Gianfranco Simoncini, che ha convocato due incontri dopo che l’azienda ha avviato una procedura di cassa integrazione ordinaria per 30 lavoratori impiegati a Pisa parallelamente a una serie di ammortizzatori sociali nello stabilimento di Savona. Durante il primo incontro con la proprietà, la società Mondo Marine, che si è svolto il 12 aprile scorso, la Regione ha chiesto “da un lato di conoscere le motivazioni che hanno spinto ad avviare la procedura e, in secondo luogo, se sono previsti ammortizzatori diversi dalla cassa integrazione”. Da parte sua l’azienda, spiega una nota dell’amministrazione regionale, “ha fatto presente che pur essendo positivo il quadro di prospettive aziendali con commesse acquisite e altre in itinere, in questo momento è in atto un confronto per il rafforzamento dell’assetto societario dell’azienda e che questo può comportare un passaggio di quote molte rilevanti di proprietà dell’azienda ad altri investitori: questo il motivo che starebbe alla base della scelta di usare la cassa integrazione”. La Regione continuerà a seguire la vicenda.

Lascia un commento