Pisa, pignorati i costumi delle Repubbliche Marinare

Un debito di poco superiore ai 4 mila euro tiene in apprensione il Comune di Pisa in vista della sfilata per la regata storica delle Repubbliche Marinare, che quest’anno si svolgera’ a Pisa. I costumi medievali dei figuranti sono stati infatti pignorati da un commercialista pisana che non e’ stato mai pagato per il lavoro a favore del Comitato pisano delle repubbliche marinare. Il debito risale al 2008 e il ragioniere Giacomo Celandroni e’ diventato ora proprietario del bene.

La notizia e’ stata riportata oggi dal quotidiano La Nazione. Il decreto ingiuntivo emesso a suo tempo infatti non ha mai incontrato l’opposizione dell’amministrazione comunale e il pignoramento e’ diventato esecutivo: ieri il giudice delle esecuzioni mobiliari del Tribunale di Pisa ha assegnato a Celandroni a saldo del suo credito per capitale, interessi e spese legali i costumi medievali, tuttora custoditi nei magazzini comunali. Si tratta di 80 abiti da sfilata che andranno a coprire il debito vantato dal professionista nei confronti del Comune e che ammonta a 4.280,73 euro. “Io pero’ di questi abiti non so che farmene – minaccia il ragioniere – e se quindi mi auguro che il Comune si faccia avanti in fretta per riscattarli, altrimenti sarei costretto a rivolgermi ad altri acquirenti”.

Lascia un commento