A Montacchiello l’asilo del futuro

Strutture all’avanguardia, soluzioni architettoniche per il massimo risparmio energetico, cura assoluta nei particolari dagli arredi alla gestione. È questa la sintesi della struttura avveniristica sorta a Montacchiello, ceduta gratuitamente da Ance Pisa (Gruppo costruttori edili unione industriale pisana ) e da Forti Holding SpA all’Amministrazione Comunale ed oggi oggetto di una procedura di evidenza pubblica del Comune di Pisa  per l’affidamento in gestione della scuola 0/6 ( asilo nido e scuola d’infanzia) alla quale è destinata in maniera vincolata.

La struttura verrà inaugurata il 26 aprile alle ore 16.30 con una presentazione  ai cittadini,alle aziende e ai dipendenti che lavorano nell’area. Il servizio effettivo della scuola potrà iniziare a settembre con il nuovo anno scolastico.

In pubblicazione il bando per l’affidamento in gestione.

Alla conferenza stampa erano presenti il Sindaco Di Pisa Marco Filippeschi, il presidente di Ance Pisa Jacopo Danielli; l’amministratore delegato di Forti Holding spa Luigi Doveri; gli assessori Marilù Chiofalo e Andrea Serfogli.

Il progetto come parte del Patto di Comunità

Un progetto che nasce dall’esigenza di fornire servizi all’infanzia in una zona industriale, quella compresa tra Montacchiello e Ospedaletto in cui, stando ai dati di uno studio della Camera di Commercio  risalente al 2011 sono presenti 709 attività  con oltre 5600 addetti. I dati sono oggi in forte incremento con l’insediamento di aziende, legate all’innovazione e alla tecnologia, e la presenza di bar, ristoranti palestre e servizi vari ad una comunità che vede nella sola area di Montacchiello oltre 1000 presenze con una incidenza di transito tra le 1500 e 2000 presenze giornaliere e che vede crescere l’esigenza di un servizio alle famiglie.

Prendendo spunto da questa indagine e in stretta collaborazione con l’Amministrazione Comunale l’Ance Pisa, Gruppo costruttori edili unione industriale pisana, ha impegnato oltre € 1.500.000 delle proprie risorse per la progettazione e la realizzazione di un centro didattico educativo 0/6 ovvero un edificio studiato per accogliere circa 40 tra bambini e bambine dai 6 mesi ai sei anni (asilo nido e scuola d’infanzia). Tra i 10 ed i 15 i posti di lavoro necessari per la gestione.

La struttura avveniristica con certificato Energetico A++++

La struttura, di 470 mq di superficie sorge su un’area di oltre mq 1.180 donata dalla Forti Holding S.p.A. ed è stata progettata  nei minimi dettagli in quanto a materiali, colori e distribuzione interna pensata seguendo le nuove linee pedagogiche Regionali dei progetti 0/6. È un luogo dove i bambini incontrano una dimensione comunitaria dello spazio nella quale potranno trovare stimoli complementari a quelli che ricevono in casa (lo spazio refettorio, i bagni, le aree riposo, le aree gioco, il parco). L’asilo ha anche un arredamento particolarmente curato sia dal punto di vista didattico che da quello della eco sostenibilità. Gli arredi sono tutti certificati dalla Fondazione Montessori di Chiaravalle (AN).

Uno degli obiettivi principali  è stato quello di ottenere un edificio eco-sostenibile. L’attestazione energetica  è classe A++++ e rappresenta un traguardo importante e un obiettivo che certifica la presenza di un edificio ad elevate prestazioni energetiche e riduzione dei consumi. Il sistema costruttivo è parte integrante per il raggiungimento dell’obiettivo di risparmio energetico, infatti i vetri bassoemissivi, gli infissi a taglio termico, la muratura ad elevata trasmittanza termica, i solai coibentati, la progettazione accurata per l’eliminazione di ponti termici rappresentano il cuore di un progetto di edilizia realmente ecosostenibile

In particolare sono stati utilizzati

-Pannelli solari per la produzione di acqua calda

-Pannelli fotovoltaici

-Recupero acqua piovana con un serbatoio di accumulo per la fornitura di acqua sanitaria.

-Impianto di ventilazione interna che consente di non utilizzare impianti di aria condizionata.

L’intero progetto è stato seguito dagli architetti  Mauro Ciampa ed Elisa De Ranieri.

«Questa struttura è la realizzazione più importante, sia per portata dell’investimento che per sensibilità verso le esigenze della collettività, del Patto di Comunità ( ndr Patto che prevede l’intervento di risorse private per la realizzazione di opere di interesse pubblico) che nella nostra città ha visto realizzati diversi progetti tra i quali ricordo la cittadella della solidarietà al CEP. – ha sottolineato il sindaco di Pisa Marco Filippeschi – Mantenere il lavoro sul territorio vuol dire anche fornire servizi adeguati che rendano attrattivo il territorio. Qui siamo di fronte ad una operazione di livello nazionale per la quale dobbiamo  ringraziare Ance Pisa e  la  Forti Holding SpA che hanno realizzato un progetto che farà da esempio per altri progetti cittadini e potrà essere esportato anche fuori dalla nostra città».

«Abbiamo pensato come Gruppo costruttori edili di mettere a disposizione della comunità un’opera utile ai lavoratori della zona di Montacchiello e Ospedaletto e dei cittadini tutti. – ha dichiarato Jacopo Danielli presidente di ANCE Pisa – ci è sembrato il modo più utile per confermare la volontà di superamento della crisi, soprattutto nel nostro campo, e per agevolare gli insediamenti già numerosi in questa area. La struttura che abbiamo realizzato è all’avanguardia sotto molti punti di vista ed è al 98% made in Pisa».

«Montacchiello è sempre stata fin dalla sua nascita un’area con aziende innovative.- ha precisato L’amministratore delegato della Forti Holding Luigi Doveri – che impiegano soprattutto giovani con esigenze  legate alla famiglia. Qui la richiesta di servizi come un asilo è altissima. Oggi parliamo di una vera Smart Community , un’area in cui non solo si lavora ma si vive».

«Prenderemo il progetto di questa scuola ad esempio per la realizzazione dei prossimi edifici scolastici – ha detto l’Assessore Andrea Serfogli – per esempio quello previsto ad Oratoio. La giunta ha già deliberato in tal senso e siamo certi che un progetto di tale portata con i particolari accorgimenti tecnici che garantiscono una elevatissima eco compatibilità e un bassissimo livello di consumi sia il progetto del futuro».

«La grande sensibilità e la cultura dell’educazione che sono alla base di questa opera sono proprie di chi l’ha voluta e l’ha realizzata – ha dichiarato l’assessora Marilù Chiofalo – ringrazio Ance e Forti Holding che fin dall’inizio hanno dimostrato queste qualità al servizio della comunità. Con questa operazione raggiungiamo diversi obiettivi tra i quali quello di uno spazio che rafforza la qualità dei servizi all’infanzia; un progetto eccellente che può fungere da volano per altri progetti, un aiuto concreto alle famiglie non residenti a Pisa ma che lavorano e gravitano nella nostra città e non ultimo un nuovo metodo gestionale che si apre con questo bando».

La procedura di evidenza pubblica per l’affidamento e la gestione

La struttura è stata ceduta gratuitamente al Comune di Pisa da parte di ANCE Pisa e Forti Holding SpA con specifica destinazione d’uso di “scuola per l’infanzia 06” ed è ora oggetto di una procedura di evidenza pubblica per l’affidamento in gestione.

Possono partecipare alla procedura cooperative socio/educative e/o loro associazioni temporanee, riunioni temporanee o Consorzi, che siano iscritte nell’apposito “Albo Regionale delle cooperative sociali e loro consorzi” per la “gestione di servizi educativi”, nonché i soggetti di cui all’art. 45 del D.Lgs 50/2016 che, in base alla normativa che disciplina la loro attività, sono abilitati ad offrire sul mercato servizi corrispondenti a quelli di cui alla gara in oggetto. Verranno tenute in considerazione per i criteri di aggiudicazione l’offerta tecnica e l’offerta economica. Per quanto riguarda l’offerta tecnica si terrà conto del progetto organizzativo gestionale e del calendario di apertura ma anche della qualificazione del personale e delle migliorie che possono essere apportate.

Per quanto riguarda l’offerta economica il canone a base d’asta è stabilito annualmente in complessivi € 23.000,00. La concessione avrà una durata pari ad anni 5 (cinque) rinnovabile di ulteriori 5 (cinque) anni ai sensi dell’art. 18 del regolamento per la gestione del patrimonio immobiliare del Comune di Pisa. Per essere ammessi a partecipare alla gara i soggetti interessati (e in possesso dei requisiti di partecipazione sopra indicati) dovranno compilare la domanda di partecipazione allegata al Bando consultabile sull’albo pretorio e sul sito del Comune di Pisa. Il plico (contenente sia la domanda di partecipazione che le buste contenenti le offerte) deve essere indirizzato a: Comune di Pisa – Direzione Patrimonio, Sport, Prevenzione e Protezione , Datore di Lavoro – Via San Martino, 108 Pisa e deve riportare all’esterno la dicitura “Offerta per la procedura ad evidenza pubblica per l’affidamento in gestione dell’immobile denominato “Servizio educativo per la prima Infanzia (0/6 anni) Montacchiello” posto in Pisa, Località Montacchiello, Via Egidio Giannessi s.n.c”. Il plico deve pervenire, A pena di esclusione dalla procedura, entro le ore 12.30 del giorno 03 Maggio 2017, mediante consegna a mano all’U.R.P. del Comune di Pisa ovvero avvalendosi del servizio postale o di agenzia postale autorizzata. Faranno fede per l’ammissione alla procedura Esclusivamente la data di ricevimento e l’orario riportati sul plico dall’Ufficio URP del Comune di Pisa all’atto del ricevimento, anche nel caso in cui il plico sia inviato a mezzo di raccomandata con avviso di ricevimento.

Lascia un commento