Carabinieri: i controlli effettuati a febbraio

Come già anticipato durante gli scorsi mesi, i risultati operativi dei carabinieri conseguiti dalla fine del 2016 non sono stati occasionali: sono stati piuttosto l’esito di un profondo impegno, in termini di servizio e organizzativi, profuso da tutti i militari del Comando Provinciale di Pisa e delle sue articolazioni sul territorio, per contrastare i fenomeni che maggiormente incidono sulla percezione della sicurezza, soprattutto nel centro storico della Città e in alcune sue zone più profondamente compromesse. Nel solo mese di febbraio, i carabinieri della Compagnia di Pisa, costantemente coadiuvati dai militari della Compagnia di Intervento Operativo di Firenze e supportati, per i controlli del caso, dai Carabinieri Cinofili di San Rossore, hanno effettuato circa 60 pattuglie urbane, impiegando così complessivamente circa 200 militari in 28 giorni. 5 gli arresti in flagranza e 2 i fermi di indiziato di delitto, mentre 10 sono state le persone denunciate in stato di libertà.

In totale, però, sono state controllate 204 persone, di cui 23 accompagnate in caserma per la compiuta identificazione. Le automobili controllate sono state 39, di cui 3 sottoposte a sequestro amministrativo per violazioni del codice della Strada. Se, da un lato, i carabinieri sono stati indulgenti, con 11 contravvenzioni elevate in materia di circolazione stradale, dall’altro lato hanno invece sottoposto a perquisizione, per la ricerca di stupefacente, 28 persone e una macchina, per arrivare a sequestrare gr. 30 di cocaina, gr. 38 di hashish e gr. 103 di marijuana in 4 settimane. In totale, infine, sono state ritirate 32 patenti: 29 per le contravvenzioni penali ex artt. 186 e 187 del Codice della Strada (guida sotto l’effetto di alcol o di sostanze stupefacenti), e 3 per provvedimenti amministrativi.

A questi risultati, si possono aggiungere gli ulteriori 2 arresti, operati già nei primi giorni di marzo, a carico di altrettanti soggetti per spaccio di droga, con il contestuale sequestro di una ventina di grammi circa di stupefacenti, fra marijuana e eroina.
Le attività di controllo del territorio, soprattutto nelle aree cittadine più frequentate o dove i fenomeni criminali sono maggiormente incisivi, sono svolte con una cadenza indefessa e costante: anzi, nei prossimi mesi, proprio per permettere a tutti i cittadini di fruire gli spazi pubblici con maggiore serenità e senso di sicurezza, i controlli saranno vieppiù intensificati e indirizzati in modo ancora più specifico al contrasto dello spaccio, del commercio abusivo e dei reati predatori.

Lascia un commento