Giovani cuochi e antichi sapori

Ingredienti del territorio, piatti della tradizione, ma reinterpretati da giovani cuochi con la solida base delle produzioni artigianali di qualità del Consorzio Toscana Sapori e di altri prodotti tipici.

Insomma sapori e saperi locali in un mix originale per questa 5 edizione di ‘Giovani cuochi e antichi sapori’, da quest’anno dedicata al giornalista e gourmet Marco Barabotti.

Una rassegna di cultura locale che per tutto il mese di marzo terrà alta l’attenzione sulle eccellenze locali. Alla conferenza stampa di presentazione della 5 edizione di “Giovani cuochi e antichi sapori” hanno partecipato :

Andrea Ferrante Assessore alla Cultura del Comune di Pisa,

Umberto M lschini per l’Associazione Cuochi pisani,

Salvatore Caruso preside Istituto Matteotti,

Matteo Giusti presidente CNA Pisa,

Marco Morelli e Antonio Schena del Consorzio Toscana Sapori,

Cristiano Marcacci caposervizio de Il Tirreno Pisa.

Giovani Cuochi e Antichi Sapori, si rinnova ed arriva alla sua 5° edizione completamente rinnovata e dedicata da quest’anno al giornalista Marco Barabotti prematuramente scomparso il 22 dicembre 2015, per ricordarne lo straordinario profilo umano e professionale non solo come giornalista appassionato, penna sopraffina, punto di riferimento culturale della città, anche come esperto di enogastronomia ed amante della tradizione culinaria.

L’evento creato da Toscana Sapori CNA che si sviluppa nelle cucine e nelle sale dell’Istituto Alberghiero Giacomo Matteotti di Pisa, vuole essere un incoraggiamento per i giovani che intendono intraprendere la professione di cuoco invitandoli a guardare al futuro in positivo, partendo dalla conoscenza della tradizione pisana e toscana ed incentivando la cultura del “fine dining”, ovvero l’arte della cucina e del mangiar bene, unendo tradizione e innovazione, moderna raffinatezza fondata su ingredienti e prodotti locali.

Proprio i prodotti tipici e tradizionali saranno la base di partenza per elaborare nuovi piatti e ricette originali. I produttori aderenti al Consorzio Toscana Sapori metteranno a disposizione le loro eccellenze alimentari come trampolino verso nuovi sapori e come testimonianza attiva della qualità espressa dal territorio.

Promotori della manifestazione oltre all’Associazione Cuochi Pisana, sono CNA Associazione Territoriale di Pisa e l’Istituto Alberghiero G. Matteotti di Pisa, con  il patrocinio del Comune di Pisa e de Il Tirreno che svolgerà anche la funzione di media partner a sottolineare il ruolo assegnato alla figura di Marco Barabotti per tanti anni giornalista di spicco della testata.

Produttori

I ragazzi sceglieranno gli ingredienti delle loro preparazioni, oltre che fra i prodotti locali, dal paniere offerto dal Consorzio Toscana Sapori che prevede i seguenti prodotti:
Azienda Agricola Ti Coltivo (frutta e verdura secondo stagione)
Azienda Agricola La Ghiraia (pasta secca)
Casa del Pane di Francesco Gori (pane toscano DOP)
Az. Agricola L’Avvenire di Terricciola (formaggi)
Busti Massimiliano (formaggi)
Enomacelleria Lo Scalco di Maurizio Castaldi (carne ed insaccati)
Mancini Adriana (insaccati)
Azienda Apicoltore Valle del Pinino (miele)
Azienda Agricola Il Greppo (legumi e prodotti agricoli)

Real srl (olio)

Trinci Caffè (caffè)

Azienda Agricola Il Cerreto (cereali e legumi)
Azienda agricola San Luigi “I tartufi di Teo” (tartufo marzolo)

Velez di Balestri Elena (caffè)

Taccola 1895 srl (liquori distillati)
Badia di Morrona (azienda vinicola)
Pieve de’ Pitti (azienda vinicola)
Tenuta la Macchia (azienda vinicola)

Bellagotti (azienda vinicola)

Verusca Ceccanti (azienda vinicola

Liquorificio Morelli (distillati e infusi)

Come funziona il premio

A vincere, o meglio, a farsi conoscere, saranno le ricette.

Non si tratta di una gara tradizionale.

La filosofia del premio, anche cercando di sganciarsi dal gusto per le sfide in punta di mestolo e coltelli che oggi vanno per la maggiore, è soprattutto indirizzata a fare una operazione di diffusione culturale. Scavare nella tradizione, pescare nella vasta gamma di produzioni locali di eccellenza e di qualità, stimolare tecniche e fantasie per consolidare e rinnovare un patrimonio di cultura enogastronomica e culinaria che ha una grande storia alle spalle e deve avere un radioso futuro davanti.  Il risultato sarà così una serie di ricette nuove  tutte da sperimentare nelle cucine domestiche   per valorizzare i prodotti migliori del territorio e delle imprese locali. Sarà questa la migliore e più significativa vittoria che il premio si auspica di ottenere. Il 3 maggio ci sarà la serata di Gala presso il Matteotti con la finalissima e l’assegnazione del premio “Marco Barabotti” ad uno dei 4 migliori piatti selezionati e quindi alla brigata che lo ha ideato e preparato.

Le categorie: Antipasti, Primi, Secondi e Dolci.

Formulazione: saranno create otto brigate di tre alunni ciascuna che dovranno realizzare nel corso della sfida le 4 portate (antipasto, primo, secondo e dessert) sotto il coordinamento di altrettanti docenti chef dell’Istituto Matteotti.

A sorteggio verrà assegnata la categoria alle brigate. Ogni categoria avrà due Brigate che si confronteranno con le rispettive diverse ricette proposte.

Parametri di valutazione dei piatti e graduatoria:

– Valutazione degli alimenti tipici del paniere stagionale

– Tecnica e professionalità

– Presentazione armonica del piatto

– Degustazione (Tecnica Gusto Bellezza)

– Abbinamento Vini.

Tutti i piatti dovranno essere preparati ed accompagnati con prodotti del territorio ed in modo particolare di quelli del Consorzio Toscana Sapori.

La giuria sarà composta da un rappresentante della Ass.ne Cuochi Pisani, della CNA, dell’Istituto Alberghiero, de Il Tirreno, di un esperto gourmet e da uno Chef.

Come si vota

I piatti saranno oggetto di valutazione sia da parte di una giuria tecnica che da parte dei lettori ed la valutazione finale risentirà di queste due diverse componenti. Ogni lettore potrà votare la squadra preferita attraverso un tagliando pubblicato sul giornale nei seguenti modi: dal 24 al 30 marzo compreso si voterà il piatto presentato dalle due brigate A1 e A2 relative agli ANTIPASTI ; dal 31 marzo al 6 aprile compreso si voterà il piatto presentato dalle due brigate B1 e B2 relative ai PRIMI; dal 7 aprile al 13 aprile compreso si voterà il piatto presentato dalle due brigate C1 e C2 relative ai SECONDI; dal 14 al 20 aprile compreso si voterà il piatto presentato dalle due brigate D1 e D2 relative ai DESSERT.

I tagliandi raccolti potranno essere consegnati alle sedi de IL TIRRENO, Corso Italia 84 PISA, oppure alla CNA Associazione Territoriale di Pisa, via G. Carducci, 39 Loc. La Fontina Ghezzano – San Giuliano Terme (PI).

Si potranno consegnare i tagliandi entro e non oltre il giorno 21 aprile 2017.

Lascia un commento