Stazione: cinque denunciati per furto

Si comunica che il 25 febbraio presso gli uffici della Polizia Ferroviaria di Pisa venivano denunciati in stato di libertà cinque uomini per furto aggravato.

Nello specifico intorno alle ore 14.25 circa del 25/02/2016, personale ferroviario, richiedeva l’intervento della polizia ferroviaria al binario nr. 8,  in quanto sul treno Regionale 3124 alcuni viaggiatori stranieri erano stati derubati.

Personale dipendente si recava immediatamente alla pensilina dei binari 8 e 9, dove notavano almeno cinque persone di sesso maschile che sullo stesso marciapiede, in tutta fretta, salivano sul treno Regionale 3127 diretto Livorno Centrale.

Dovendo ottemperare all’intervento richiesto, il personale dipendente si recava immediatamente in testa al treno Regionale 3124, fermo sul binario nr.8, ove era presente un gruppo di persone che, gesticolando, indicavano il treno che stava partendo e sul quale erano appena saliti gli autori del reato. Resisi conto di quello che era accaduto, telefonicamente, veniva data notizia al personale della Sezione di Polizia Ferroviaria di Livorno allo scopo di poter individuare e bloccare i malfattori dato che il treno era diretto in quello scalo.

Nel frattempo veniva inviata a Livorno una pattuglia che provvedeva a inseguire il treno lungo la via Aurelia fino ad arrivare nella stazione di Livorno.In quello scalo ferroviario, avevano modo così di supportare il personale della Sezione di Polizia Ferroviaria di Livorno che, nel frattempo, aveva da poco fermato il gruppo di quei giovani Romeni, che venivano condotti presso la Sezione di Polizia Ferroviaria di Pisa.

In ufficio erano ancora presenti gli stranieri derubati  i quali avevano da poco presentato querela per furto aggravato consumato del bagaglio e di un portafoglio, contenente soldi e documenti. I turisti, vedendo entrare in ufficio le persone fermate poc’anzi a Livorno, non esitavano ad indicarli come coloro che si erano resi responsabili dei reati commessi nei loro confronti.

I cinque uomini venivano identificati per R. S. S., rumeno di 20 anni, S. F. H., rumeno di 25 anni, M. F., rumeno di 26 anni, R. F. M., rumeno di 17 anni e M. L. rumeno di 19 anni. Tutti gli attori autori del reato venivano sottoposti a perquisizione personale che dava esito negativo, in quanto presumibilmente la refurtiva era stata ceduta ad altri complici presenti sul treno,  e poi a foto-segnalamento presso il Gabinetto Provinciale di Polizia Scientifica della Questura di Pisa, ed in fine denunciati per furto aggravato. Due di loro R. S. S., rumeno di 20 anni, e S. F. H., rumeno di 25 anni, erano stati denunciati il giorno precedente per inosservanza del divieto di ritorno nel comune di Pisa emesso dal Questore, e sono stati ridenunciati in data odierna sempre per inosservanza del medesimo divieto.

Lascia un commento