Il pisano Paolo Miccoli nel mirino de Le Iene

Scandalo intorno a Paolo Miccoli, professore di chirurgia all’Università di Pisa, uno dei più famosi esperti di tiroide in Europa. Le Iene ha raggiunto il chirurgo pisano in quanto colpevole di aver copiato la relazione che gli permise, lo scorso 9 Agosto, di ottenere la nomina di membro del consiglio direttivo dell’Anvur.

L’Anvur è l’organismo che regola i concorsi per professori associati e ordinari,  inoltre  valuta  la ricerca delle università italiane e sulla base di questi risultati vengono distribuiti i finanziamenti.

L’associazione Roars, fu la prima che denunciò il “Caso Miccoli” sul proprio sito, tra la scorsa estate e il mese di Settembre; una denuncia che purtroppo non ha impedito la nomina del professore pisano che si è aggiudicato la poltrona da 178mila euro annui.

Giuseppe De Nicolao, professore dell’Università di Pavia e membro di Roars spiega che “Per far parte dell’Anvur bisogna inviare un curriculum e un tema su quello che si vorrà fare e Miccoli ha copiato nove passaggi su sei pagine di tema presentate, attingendo da quattro fonti diverse senza mai citarle”.

Miccoli inizialmente è stato selezionato, a Roma, da un comitato di saggi  fra 121 candidati, scelto dal ministro dell’istruzione Stefania Giannini e, dopo un iter parlamentare nelle commissioni di Senato e Camera, è diventato membro del consiglio direttivo dell’Anvur.

Al momento del voto, nel dibattito furono discusse e messe in luce  le anomalie riscontrate nel testo,  ma, secondo quanto raccontato da Roars e ripreso da Le Iene, nessuno dei parlamentari si è opposto alla nomina di Miccoli,  solamente i deputati Cinque Stelle uscirono dall’aula non approvando la scelta di un individuo che presentava questo tipo di coincidenze nel tema presentato.

Miccoli, pizzicato da Le Iene e sottoposto alle dovute domande sull’argomento in questione,  inizialmente  prova a difendersi  affermando di aver riportato dei dati presi da un libro, “Venere allo specchio”, di cui aveva scritto la prefazione; a questo punto La Iena Pecoraro, mostrando il libro, afferma che non è presente nemmeno una frase del suo tema, il professore imbarazzato e stizzito si allontana frettolosamente tentando di sottrarsi alle ulteriori domande.

Lascia un commento