Telecamere nella strutture gestite da Paim: la proposta del presidente della cooperativa

“Colgo l’occasione di questo ultimo atto di vigliaccheria, perpetrato in un asilo comunale della nostra città, per richiedere, a nome della Paim e di tutti i suoi dipendenti, l’autorizzazione da parte degli organi competenti ad inserire a nostre spese le telecamere in tutte le strutture socio-sanitarie ed educative della Paim con filmati che, ovviamente potranno essere visionati in qualsiasi momento ma esclusivamente dalle forze dell’ordine”.

Queste sono le parole  del presidente della cooperativa sociale Paim Giancarlo Freggia, che dopo i gravissimi fatti successi nell’asilo nido del Cep, ribadisce la propria volontà di installare delle telecamere che assicureranno la tutela di anziani, bambini e disabili nelle strutture socio educative. Da ricordare che già in precedenza aveva proposto di adottare questa misura preventiva di sicurezza, ma non era stata presa in considerazione anche per la resistenza del sindacato.

Fonte Paim

Lascia un commento